Dopo i post che abbiamo scritto su come memorizzare i vocaboli di una lingua straniera, oggi vorremmo guardare più da vicino all’importanza del dizionario monolingua, soprattutto per studenti a livello intermedio e avanzato. Per dizionario monolingua intendiamo un dizionario che non riporti la traduzione in italiano del termine straniero, ma che dia una definizione del termine nella stessa lingua straniera, con esempi e note d’uso.

Molti studenti quando proponiamo loro di utilizzare questo tipo di dizionario sgranano gli occhi, e ci credono matti: ma scusa, con il dizionario monolingua va a finire che non capisco più niente, né il termine che ho cercato né tanto meno la sua definizione! Eppure tutti, una volta fatto lo sforzo iniziale di cambiare mentalità, si sono resi conto dell’utilità di questo strumento.

Utilizzare questo tipo di dizionario con successo è possibile e auspicabile, e ora vi spieghiamo come e perché.

Come

Per prima cosa, occorre dotarsi di un buon dizionario, possibilmente se si è a livelli tra l’elementare (A2) e il intermedio (B1-B2) è consigliato cercare un dizionario pensato apposta per studenti della lingua (una cosa come questa per l’inglese), che quindi abbia definizioni semplificate ed esempi accessibili. Per livelli più avanzati potrebbe andare bene anche un dizionario qualsiasi monolingua della lingua, ma dobbiamo stare comunque attenti che contenga definizioni ed esempi a noi accessibili.

Secondo, non farsi prendere dal panico o – peggio ancora – dalla pigrizia. Sia in classe che quando studiamo a casa, cerchiamo sempre la definizione del termine in lingua. Ad esempio in classe, quando l’insegnante ci aiuta a comprendere il significato di un termine o un’espressione, sforziamoci di trascriverne il significato in lingua se possibile, senza voler per forza passare per l’italiano.

Terzo, quando cerchiamo un termine dall’italiano alla lingua straniera (es.: non so come si dice “cercare” in tedesco quindi cerco il temine dall’italiano al tedesco) prendiamo anche l’abitudine di ricontrollare il termine nel dizionario monolingua. Questo ci serve a capire se il termine che abbiamo selezionato è effettivamente adatto al contesto in cui lo vogliamo utilizzare, ed eventualmente le collocazioni e l’uso del determinato termine.

Perché

Ma perché complicarci la vita così quando con un semplice click posso sapere la traduzione in italiano della parola che mi serve? Bè, i motivi sono molteplici ma qui ne elenchiamo solo alcuni tra i principali:

  • Cercare una definizione in lingua ci aiuta a “pensare il lingua”, quindi a smettere di fare il solito passaggio italiano-L2 e L2-italiano (L2 = lingua straniera) ogni volta che dobbiamo scrivere o parlare in lingua. Questo è spessissimo la causa della nostra mancanza di fluency nonché di moltissimi errori dovuti all’”italianizzazione” della L2.
  • Abituarci alla definizione in lingua aiuta a sviluppare l’abilità alla parafrasi, che per quanto sottovalutata è importantissima quando parliamo in qualsiasi lingua. In poche parole, se non ricordo o non so un determinato termine, posso parafrasarlo utilizzando altre parole o frasi per rendere il concetto chiaro. Se ci pensate, è una cosa che facciamo ogni giorno in italiano senza neanche accorgerci. Utilizzando un dizionario monolingua ci alleniamo a fare questa stessa cosa in L2.
  • Il dizionario monolingua è generalmente ricco di esempi e modi d’uso, il che ci aiuta ad utilizzare un termine più accuratamente evitando (a volte imbarazzanti) errori di registro, collocazione o connotazione. Un esempio? Se leggo nel dizionario monolingua che l’aggettivo inglese fat è dispregiativo e non va usato per riferirsi alle persone se non in tono dispregiativo, eviteremo imbarazzanti errori!

Conclusione

In conclusione, quello che a molti sembra un esercizio inutilmente lungo e difficile può essere invece la chiave del successo nello studio di una lingua. Quindi non fatevi vincere dalla pigrizia e chiedete al vostro insegnante di indicarvi un buon dizionario monolingua da utilizzare fin da subito. Buono studio!